30/10/2014

Impact public de mon travail écrit:mises à jour(Continuation 116)

lunedì 27 ottobre 2014

NUOVA ERA,NUOVE REGOLE:CHI PERDE E CHI VINCE

 
12 OTTOBRE 2014:DOVREBBE UN TRASPORTISTA FERMARE LA NUOVA ERA?

BBC Capital

4 settembre 20
Quando nuove idee allevano nuovi perdenti
Sydney Finkelstein
(Timothy A Clary / AFP / Getty Images)
(Timothy A Clary / AFP / Getty Images)
Tutti amano l’innovazione, giusto? Nuove idee ci aiutano a fare tante cose meglio,sia che si tratti di computer per la produttività o la risonanza magnetica per la diagnosi medica.
Essere contro l’innovazione è essere contro il progresso umano.E questo cosi? Le innovazioni per definizione disturbano prodotti e mercati esistenti, e le persone che si guadagnano da vivere lavorando in quei mercati. L’innovazione genera vincitori e vinti.
E ‘sempre stato così. La dislocazione massiccia di manodopera dai paesi occidentali avanzati alle economie emergenti a basso costo ha letteralmente distrutto decine di milioni di posti di lavoro, solo per essere ricreati altrove.
La rivoluzione dei semiconduttori ha consentito innovazioni incredibili praticamente in ogni settore dell’economia,distrugendo compagnie e gente. L ‘”Internet of Everything” sta portando innovazione tecnologica alle case e alle aziende; non ci sarà nessun settore della società senza toccare. Tutto bene … a meno che non si riesce a tenere il passo.
La stampa economica loda questi cambiamenti. I funzionari di governo con orgoglio celebrano l’innovazione nei loro circocrizioni elettorali. Gli imprenditori diventano ricchi. E i perdenti, di solito, sono relegati di lato in quello che l’economista Joseph Schumpeter chiamava “distruzione creativa”.
A meno che non sei una di quelle persone che perde il proprio lavoro, probabilmente siete felici,molto! Tu hai il tuo iPhone (e non un Motorola StarTac),hai Airbnb per trovare un posto economico in cui soggiornare (invece di un albergo troppo costoso), e hai Netflix a portata di mano (e non Blockbuster e una guida di negozio con le loro tasse in ritardo senza fine).
Chi fa le regole?
In ogni caso l’innovatore cambia le regole incumbente. Ma chi fa queste regole è di fondamentale importanza. Per la maggior parte delle innovazioni, “regole” sono una metafora di un nuovo modo di competere, ma in alcuni mercati ci sono regole molto precise su come si deve competere e regolatori di governo predispongono con cura tali norme.
Prendete Uber come esempio. Utilizzando un app smartphone, Uber collega diettamente usuari agli autisti di taxi di tutti i giorni, bypassando le centraline dei servizi di taxi tradizionali città dopo città. Un chiaro vantaggio per gli usuari,ma Uber ha generato proteste e nuove restrizioni in molte delle città a cui si è ampliato. Chi sta protestando? Tassisti tradizionali, che sono soggetti a tutti i tipi di regolamenti che hanno i penosi effetti di limitare la concorrenza e aumentare la compensazione dell’autista.
A New York, i taxi medaglioni si  vendono per $ 1 milione. Saltando attraverso i cerchi(ndr:centraline) necessari ottenere una licenza taxi nero di Londra prende 4 anni.
L’accordo è chiaro: ai tassisti sono concessi un monopolio locale in cambio di sottoporre se stessi alla miriade di vincoli regolatori che ritengono necessarie per la sicurezza pubblica (a Chicago, il numero di taxi deve essere stampato in tinta nera unita ai carattere gotico, in tre luoghi diversi della cabina , per esempio, a New York, ci sono 70 pagine di regole solo per gli autisti).
Quindi non è così sorprendente che, quando Uber si presenta,operando senza norme speciali ,i tassisti sono sul piede di guerra.Le restrizioni normative costringono i tassisti tradizionali a competere con una mano legata dietro la schiena.
Ci sono due soluzioni ovvie. Uno è quello di rimuovere le norme che non hanno più significato alla luce delle Ubers del mondo. L’altro è di vietare Uber. Entrambe le soluzioni presentano costi. Se si aprono mercati locali di piena concorrenza, gli operatori storici che sono stati sellati con i regolamenti e le spese perdono; se si torna indietro sull’innovazione, i clienti perdono.
Una cosa che ho notato nel parlare di questo dilemma è che mentre la maggior parte delle persone non sentono alcuna simpatia verso le aziende che perdono agli innovatori (anche l’ex dipendenza BlackBerry produce poca empatia), non è inusuale per le persone esprimere rimorso per la sorte delle centraline. Dopo tutto, hanno seguito le regole a loro imposte da altri, e ora trovano che quelle stesse regole limitano la loro capacità di competere.
La lotta tra i tassisti è una cosa, ma cosa succede quando il conflitto tra regolamentazione e innovazione colpisce l’assistenza sanitaria? Recentemente Gilead, la società farmaceutica statunitense, ha introdotto un farmaco che in realtà cura l’epatite C con successo di ricavi. C’è solo un problema ,il prezzo del farmaco, Sovaldi, è 84 mila dollari l’anno.
Prima di saltare adosso di Galaad, vale la pena notare che l’azienda ha tagliato i prezzi per alcuni pazienti, è ha fortemente attualizzando Sovaldi in molti paesi ($ 900 per il trattamento in India), e ha una finestra di protezione del brevetto di 10 anni dopo che i generici hanno drammaticamente abbassato il prezzo. E Sovaldi prevede un trattamento in grado di ridurre notevolmente la sofferenza del paziente, così come i costi sanitari a vita sostenuti da epatite C (la cirrosi epatica è una complicanza comune), compensando gli altri costi molto elevati da vivere con la malattia che possono essere più di $ 100.000 da alcune stime e il top di 280 mila dollari se un malato ha bisogno di un trapianto di fegato.
Poiché la maggior parte delle persone hanno assicurazione sanitaria, la maggior parte del costo sarà a carico di Medicare e altri sistemi di assistenza sanitaria.I regolatori, tuttavia, sono così strettamente vincolati alla discrezionalita dei contribuenti di assistenza sanitaria a rimborsare per il trattamento che i medici che prescrivono Sovaldi stanno creando un peso gigantesco sui loro sistemi sanitari.
Come i protettori delle centraline di taxi (blak cab)di Londra,i regolatori  costringono Gilead ad  abbassare il prezzo. In altre parole, fanno pagare agli innovatori. Ma proprio perché abbiamo degli ecosistemi che non possono facilmente adattarsi ai cambiamenti del mercato – provate a ottenere del governo degli Stati Uniti di aumentare le tasse Medicare per pagare l’innovazione – perché dovrebbe la resistenza  essere una politica pubblica anti-innovazione?
Non ci sono soluzioni facili qui. Affari liberi da regolamento non risultano così grande,non dimentichiamo la crisi finanziaria globale, che è stato prodotta in parte dalla deregolamentazione dei mercati finanziari in molti paesi, e in particolare gli Stati Uniti. Ma come la maggior parte delle persone, voglio il mio Uber, e ancora più importante,se mai avrebbe bisogno, voglio assolutamente la mia Sovaldi.
La verità è che ogni innovazione crea perdenti. Ma non dimentichiamo che i vincitori, e i benefici che ne derivano, anche contano, un grande affare.
Condividi i tuoi pensieri con BBC Capital su Twitter   BBC_Capital   o partecipare alla conversazione su questa o qualsiasi altra storia Capitale su Facebook:   BBC Capitale su Facebook.
http://www.bbc.com/capital/story/20140904-when-new-ideas-create-new-losers
REAZIONE:E’ INUTILE RICORDARE CHE “semiconduttori”,app,E SOPRATUTTO ”Internet of Everything”CHE “portera innovazione tecnologica alle case e alle aziende;e non ci sarà nessun settore della società lasciato intatto”, SONO LE GENIALE CREATURE DELLA NUOVA ERA.LE FORZE DELL’OSCURANTISMO CHE DA SEMPRE SONO IN AGUATO PER FERMARE LA  SCIENZA,IL PROGRESSO E UN MIGLIOR PASSARE DELL’UOMO SUL PIANETA TERRA NON ABBIANO LA MEGLIO.IO SONO ASSOLUTAMENTE PER IL LIBERO MERCATO E PER IL CASO IN CONCRETO CHE RIGUARDA ALLA NUOVA ERA I GRANDI CAPITALISTI SPECULATORI,QUINDI NEOLIBERALI,DELLE CENTRALINE TASSINARI DOVREBBERO SCOMPARIRE.
 
-
APPENDICE:IL GIORNO DOPO
.
13 OTTOBRE 2014:LA NUOVA ERA E’ LA ERA DEI CONSUMATORI E DEI POVERI
.
-SU LE FIGARO:
Smartphones : marché bientôt saturé
*Home ECONOMIE Flash Eco
*Par LeFigaro.fr avec AFP
*Mis à jour le 13/10/2014 à 16:02
*Publié le 13/10/2014 à 14:30
Le marché mondial des smartphones “se rapproche de son point de saturation”, un phénomène qui concerne les segments haut de gamme et entrée de gamme et qui tirera les prix vers le bas, indique l’institut GfK dans une étude publiée aujourd’hui.
L’essor du marché des smartphones haut de gamme (à partir de 394 euros), “est condamné à décliner et ce à court terme”, assure l’étude. Ce marché devrait en effet enregistrer un taux de croissance de 8% en 2015 après avoir bondi de 24% en 2013.
Ce déclin “sera encouragé par la combinaison d’un marché des smartphones approchant la maturité dans les régions développées et d’une promotion agressive d’appareils moins chers (…) dans les régions émergentes”, selon l’étude, qui précise que d’ici trois ans 69% de la population mondiale possédera un smartphone.
Ainsi en France, “les smartphones d’entrée de gamme (moins de 200 euros) représenteront près de trois ventes sur quatre d’ici la fin de l’année 2014″, explique Michael Mathieu, directeur Image et Telecom chez GfK.
La saturation touchera également le marché des smartphones compris entre 80 et 160 euros d’ici 2015, en raison “de la politique de prix agressive de la distribution locale, particulièrement en Chine et en Inde”, souligne l’étude.
Cela encouragera les fabricants à produire des smartphones à moins de 80 euros, dont la demande est estimée à 510 millions d’unités cette année, selon GfK.
http://www.lefigaro.fr/flash-eco/2014/10/13/97002-20141013FILWWW00159-smartphones-marche-bientot-sature.php
REAZIONE:QUESTA E’ UNA BUONA NOTIZIA,IL MERCATO SI AUTOREGOLA E GLI SMARTPHONES DOVRANNO TENDERE A PREZZI INFERIORI E UNA MIGLIORE QUALITA SCORAGGIANDO GLI SPECULATORI E PREZZI ABUSIVI OLTRE A CHIAMARE A RESPONSABILITA I FABRICANTI.DI QUESTO SI GIOVERANNO LE MASSE DI CONSUMATORI :QUELLO DEL TITOLO.
AD ESSEMPIO IO,CHE SONO L’IDEOLOGO,IN QUESTO MOMENTO NON HO UNO SMARTPHONES PERCHE NEL PAESE DOVE MI TROVO IN SUDAMERICA GLI SMARTPHONES SONO TEGNOLOGICAMENTE “ARRETRATI” E TROPPO CARI OLTRE AD UNA SCARSA LIBERALIZAZZIONE E COMPATITIVITA DEI SERVIZZI DETENTANDO LO STATO OLTRE L’80 PER CENTO DELLA SUA COMMERCIALIZAZZIONE,CHE NON LA PRODUZIONE CHE NON HA,TUTTO IMPORTATO.ALLORA PREFERISCO USARE IL CELLULARE SOLO PER VOCE.NON MOLTO DIVERSA E’ LA SITUAZIONE NEL CONTINENTE.
-
-VEDI QUESTO SCRITTO NELLA PUBBLICAZIONE ORIGINALE SUL MIO BLOG DEI FATTI INTERNI:
http://dottgiuseppeciancimino.bloog.it/faitesi-nternes-1c...

18:19 Écrit par DOTT. GIUSEPPE CIANCIMINO TORTORICI | Lien permanent | |  del.icio.us |

Les commentaires sont fermés.