20/12/2013

Impact public de mon travail écrit:mises à jour(Continuation 108)

sabato 9 febbraio 2013

ASIA E NUOVA ERA:EDITORIALE

 
9 FEBRAIO 2013:VENTI DI GUERRA IN CINA,GIAPPONE E TAIWAN

-NOTA BBC.

9 February 2013 Last updated at 05:30 GMT

Senkaku/Diaoyu islands: Japan may release China radar data
Japan says it may release evidence to prove a Chinese naval frigate locked its fire-control radar onto a Japanese ship near disputed islands.
Tokyo said it might release the data after Beijing rejected accusations it had targeted the destroyer last month.
China insists its ship was only using ordinary surveillance radar.
The incident would be the closest the two countries have come to exchanging fire in the reignited dispute over the islands in the East China Sea.
The two nations are embroiled in a bitter territorial row over the islands, known as Senkaku in Japan and Diaoyu in China. Japan controls the islands, which are also claimed by Taiwan.
"The government is considering the extent of what can be disclosed," Kyodo news agency quoted Japanese Defence Minister Itsunori Onodera as saying.

On Friday, Prime Minister Shinzo Abe called on Beijing to acknowledge the 30 January incident and apologise.
Earlier this week, Mr Onodera said a Japanese military helicopter was also targeted with a similar type of radar by another Chinese frigate on 19 January.
But China's Defence Ministry has denied the Japanese allegations saying they "were against the facts" and urging Japan to "stop stirring up tension in the East China Sea".
The Chinese Defence Ministry,in its statement, said that in each incident, the Chinese vessel "kept normal observation and alert, and fire control radar was not used".
"China hopes that Japan take effective measures to stop stirring up tension in the East China Sea and making irresponsible remarks," it said.
Since the row over the islands flared up again last September, Chinese vessels have been sailing in and out of what Japan says are its territorial waters around the islands, prompting warnings from Tokyo.


More on This Story
EDITORIALE:LA VISIONE DEL MONDO DELLA "NUOVA ERA" DOPO L'ABBANDONO DELLE IDEE TRANSFORMISTI E IL SUO AVVIO VERSO LE LIBERALIZAZZIONI,ANCHE SE TIEPEDE, E L'ADOZIONE DEL SISTEMA DI ECONOMIA DI MERCATO(NON RICONOSCIUTO DAL WTO)CAMPEGGIA IN CINA E ANCHE IN GIAPONE DOVE IL LIBERALISMO HA ARRIVATO AL GOVERNO.
DUE IMPORTANTI PAESI E MERCATI QUINDI,PRODUTTORI DI NUOVA ERA.QUESTE TENDENZE IDEOLOGICHE DEI DUE REGIMI DOVREBBERO "AVVICINARLI" MA PARADOSSALMENTE SI TROVANO NEI LIVELLI DI TENSIONE PIU SGRADEVOLE DEL DOPO GUERRA.EVIDENTEMENTE I NOSTALGICI SCONFITTI DI ENTRAMBI(I GUERRAFONDAI, STALINISTI IN CINA E GLI ELITTE GIAPONESSI)STANNO SPINGENDO I DUE PAESI VERSO UN NEMICO IMMAGINARIO ESTERNO IN MODO DI CONSERVARE I SUOI PRIVILEGGI.LA CINA E IL GIAPPONE SONO DUE PAESI DI SAGEZZA MILLENARIA E QUESTE SPINTE CENTRIFUGHE DOVREBBERO ESSERE IN GRADO DI MODERARLI O ISOLARLI E SBATTERLI FUORI,NE SONO CERTO.
IN UN PANORAMA GLOBALE EGEMONIZZATO DALLA NUOVA ERA,E PARTICOLARMENTE IN QUESTI DUE PAESI,NON C'E' NIENTE DI PIU IMPORTANTE DELLA NON BELIGERANZA PER ACCEDERE ALLO SVILUPO TECNOLOGICO E DARE UNA MIGLIORE QUALITA DI VITA AI SUOI ABBITANTI.NELLA GUERRA TUTTI PERDONO,SI CALMINO.
 
11 DICEMBRE 2013:ATTUALIZAZZIONE

-IL SOLE 24 ORE:

http://i.res.24o.it/img2013/sezioni/small-logo.png
http://i.res.24o.it/img2013/sezioni/notizie.png
Mercoledì  11 Dicembre 2013  Aggiornato alle 22:28
 
-TITOLARE:
http://i.res.24o.it/art/notizie/2013-12-03/joe-biden-stati-uniti-profondamente-preoccupati-si-smorzino-toni-091140/images/fotohome7.jpg?v1.20131203140044
isole contese tra pechino e tokyo
Gli Usa mediano tra Cina e Giappone. Biden: «Stati Uniti profondamente preoccupati, si smorzino i toni»

-LA NOTA COMPLETA: Notizie USA
Gli Usa mediano tra Cina e Giappone. Biden: «Stati Uniti profondamente preoccupati, si smorzino i toni»
Gli Stati Uniti «esprimono profonda preoccupazione per il cambio unilaterale dello status quo», quanto alla nuova zona di identificazione aerea della Cina, e si dicono "irremovibili" sull'alleanza con il Giappone, "pietra angolare della politica" di Washington nel Far East e non solo. Lo ha affermato a Tokyo il vicepresidente Usa, Joe Biden, all'inizio di un tour in Asia che lo porterà anche a Pechino e Seul.
 
Biden ha chiesto a Giappone e Cina di smorzare i toni: «Questo ultimo incidente - ha osservato in un'intervista pubblicata dal quotidiano giapponese Asahi - dimostra la necessità di stabilire misure che aiutino ad affrontare la crisi e a cementare una relazione di fiducia che faccia abbassare la tensione». Il tour di Biden, arrivato lunedì a Tokyo, sarà inevitabilmente centrato proprio sulla crisi causata dalla decisione unilaterale cinese di ampliare la sua zona di identificazione di difesa aerea. ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Link a questo post

19:17 Écrit par DOTT. GIUSEPPE CIANCIMINO TORTORICI | Lien permanent | |  del.icio.us |

Les commentaires sont fermés.