13/01/2010

Impact public de mon travail écrit:mises à jour(Continuation 20)

martedì 12 gennaio 2010

HILLARY,L'APOTEOSI ED EGEMONIA DELLA NUOVA ERA TRIONFANTE:!COSA DI STATO!










POLITICA DELLE TELECONUNICAZIONI E LE TELECOMUNICAZIONI NELLA POLITICA:
Sul post anteriore vi ho raccontato come con il lanciamento del NEXUS ONE c'è una tacita ammesione di "resa"(in qualche modo la devo dire) dei vecchi concetti legati ad Internet e i computer fissi nei confronti della NUOVA ERA ,la sua tecnologia,i suoi concetti scientifici e la sua visione del mondo.Vi ho racontatto anche le mosse delle differenti mosse concorrenziali per correre ai ripari e adeguarsi al passo dei tempi,e non va dimenticato che tutti,assolutamente tutti sono tributarie della mia tesi sull'integrazione dell'espressione tecnologica delle funzioni sensibili della comunicazione in un solo istrumento.Pero rimane certa "resistenza" della vecchia visione legata al computer fisso che stenta a morire.E per spiegarlo devo parlare di politica:lo sapete ormai,la NUOVA ERA non si occupa di politica pero la politica oggi per oggi si fa con la NUOVA ERA.
Il lanciamento formale del NEXUS ONE e le mosse concorrenziali mostrati hanno succeso al Consumer Electronic Show de La Vegas.Questo è un evento che piu volte avete sentito parlare in queste pagine,si svolge tutti gli anni in questi tempi e in apparienza non si occupa d'altro che di politica delle telecomunicazioni,cio'è di tecnologia e di Marketing.Pero da quando HILLARY DIANE RODHAM e arrivata al Governo e ha sancito che la tecnologia delle Telecomunicazioni,e particolarmente quella della NUOVA ERA e la sua visione del mondo fosse cosa di stato come avete apresso in queste pagine,le cose sono mutate e dobbiamo informarci ora che questo evento ha avuto partecipazione Governamentale(e questa è una novita).La spallata è stato solo per parte della Casa Bianca,cio'è di Obama ed è stato all'insegna di "tenere " i vecchi concetti legati sul computer ed Internet.Scrive il Washington Post:
"Molti dei politici di Washington sono giunti alla Mostra di quest'anno - tra cui White House Chief Technology Officer Aneesh Chopra e il Presidente della Commissione federale delle Comunicazioni Julius Genachowski. La presenza di funzionari di Washington al CES ha sottolineato il legame crescente tra il governo federale e l'industria high-tech con l'intenzione di spingere l'amministrazione a diffondere Internet in tutte le case. Cisco, IBM, Google e Intel hanno strettamente informato i consiglieri economici della Casa Bianca sul ruolo della tecnologia nel promuovere l'istruzione e la riforma energetica."

Hanno amesso la resa si ma non hanno firmato lo stato di non "beligerance" potrebbe dire chi vuole vedere le cose con animo semplicistico(dopo spieghero perche non è propio cosi).
Paralellamente,e in reazionE a queste serie di pubblicazioni sul NEXUS ONE nel Dipartimento di Stato HILLARY ha invitato ad una tranquilla,amabile e esclusivissima riunione ma ora con dei "Titani" dell'industria hig-tech alcuni dei quali come Google e Microsoft presenti alla CES di Las Vegas(vedi che non è semplice?o si?,dopo vedremmo) per parlare di come Internet e diversi gadget possono intrecciarsi con le esigenze di diplomazia estera della Nazione.Ma qua il compromesso non è con i vecchi concetti legati al computer fisso ma decisa,chiara e concretamente con la tecnologia e i concetti della NUOVA ERA.E questa è anche tutta una novita mai chiaramente formulata.Cosi la notizia ancora sul giornale Neoliberale Washington Post:
"Il Senior Advisor del Dipartimento di Stato in materia di innovazione, Alec Ross., ha l'obiettivo di usare messaggi di testo, applicazioni Web 2.0 sociali, e-mail e la Tecnologia mobile a tal fine. Ha usato queste tecnologie nei programmi per contribuire a ridurre la violenza contro le donne in Congo e per ricordare ai pazienti di prendere i farmaci per l'HIV nell'Africa sub-Sahariana. La scorsa settimana, ha detto l'agenzia in un blog che intende promuovere Twitter come una piattaforma "in tutto il mondo in cui le persone possono discutere il significato della Democrazia e lo scambio di idee da diverse prospettive."
E ancora:
"A Washington, Clinton e i suoi ospiti hanno parlato di come alcune tecnologie che erano in mostra a Las Vegas potrebbero venire a sopportare gli obiettivi della Nazione per lo sviluppo economico all'estero e la risoluzione dei conflitti. Il Dipartimento di Stato ha recentemente creato un programma di assicurazione per i fornitori di servizi wireless in Afghanistan e cosi ridurre il rischio di distribuzione di servizio.(1vedi sotto) Questa primavera, Ross ha la volontà di lanciare un programma in Messico, che utilizza i testi sul telefono cellulare e altri servizi di telefonia mobile per informare le autorità su attività di traffico di droga e altri reati."

Come vedete anche se possiamo dire a grosso modo che l'impegno politico al CES è stato con i vecchi concetti e quello di questa riunione senza fini di lucro è stato con le nuove tecnologie della NUOVA ERA,che l'impegno di Obama è stato in USA e quello di Hillary all'estero,alcuni partecipanti al CES accoglienti dei concetti della NUOVA ERA come Google si sono fatti presenti con HILLARY ed altri che si sono dovuto "convertire" come Microsoft hanno trovato nello spostarsi della California a Washington un ottimo "ponte di oro".Allora le cose non sono tanto lineare,schematici e semplici:e non lo sano anche perche è una stessa amministrazione,come per il fatto che sara difficile che l'impegno globale di HILLARY e le "competenze interne" di Obama(e non solo in materia di oitica delle Telecomunicazioni) possano dividersi cosi facilmente nell'animo dei consumatori,come per il fatto che ormai lo spazio virtuale di Internet si ha convertito alla NUOVA ERA e che con il mobile fanno un sodalizzio ormai bene afiattato,inextricabile.E lo stesso computer non è piu quello di un tempo ma diventato anche una tecnologia mobile e wireless.Cio che si stupisce è che ancora ci siano queste spinte singolari legati al computer fisso in quelle pezzi di industra che fanno fatica a convertirsi(qualcosa di simile ocorre con le nuove enrgie pulite e quelle vecchie contaminanti ),e che ci siano politici ancora disposti ad ascoltarli,e inoltre che insistano a dividere le masse consumistiche.Si tratta di una tanto disperata come inutile intenzione di ridimensionare il passo del tempo,ma ormai la NUOVA ERA da un bel po' ha esteso la sua "macchia" a tutti i confini del Universo compresa l'America che non è una eccezione,e tanto meno dopo che HILLARY e questa amministrazione sono arrivati al Governo.HILLARY,e solo lei è il "kilometro zero"(1) della NUOVA ERA e adesso tanto questo,come quella sono una sola cosa ed è decisa e definitivamente COSA DELLO STATO.E per finire diro anche che questa differenza fra gli uni e gli altri viene anche chiaramente riflettuta fra la serieta,l'impegno e il livello di ciascuno e forse sto peccando di essagerazione scrivendo questi righe a dare rilevanza a chi gerarchia non ha.GRAZIE HILLARY PER QUESTO.I LOVE HILLARY
(1)Pensa te che propio in questo momento HILLARY sta volando nel Pacifico verso il Sud East Asiatico e Oceania(Hawai,Papua,Nuova Zelandia e Australia)dove tra l'altro avra modo di completare la sua opera di consolidazione della NUOVA ERA in quella zona dove la ho immaginato all'inizio.,
------------------------------------------------------------------------------------------
ORA VEDI LA NOTIZIA SUL WASHINGTON POST:
Secretary Clinton dines with high-tech titans to talk diplomacy
Secretary of State Hillary Clinton met last week with a handful of high-tech’s titans to talk about how the Internet and gadgets can intersect with the nation’s foreign diplomacy needs.
But unlike the many from the Obama administration and federal agencies who descended on Las Vegas for the Consumer Electronics Show, Clinton’s meeting with Google CEO Eric Schmidt, Twitter Co-Founder Jack Dorsey, Microsoft Chief Research and Strategy Officer Craig Mundie and others was over a quiet and exclusive dinner in the State Department’s gilded diplomatic eighth floor dining room that is steeped in American history.
The topic: how technology can be used to meet the nation’s foreign diplomacy goals. The agency sees that blending as integral to its strategic vision as the nation's representatives to the rest of the world. On Jan. 21, Clinton is scheduled to give a policy speech on "Internet freedom" and a push against censorship on the Web in nations like Iran and Cuba. She is also influencing the global diplomatic picture as told in my colleague Mary Jordon's piece on the "Hillary effect" in today's paper.
The State Department’s senior advisor on innovation, Alec Ross, is charged with a goal to use text messaging, Web 2.0 social applications, e-mail and mobile technology to that end. He's used such technology in programs to help reduce violence against women in the Congo and to remind patients to take HIV medication in sub-Saharan Africa. Last week, the agency said in a blog that it plans to promote Twitter as a “worldwide platform in which people can discuss the meaning of democracy and exchange ideas from diverse perspectives.”
Ross organized the dinner that brought together the executives and nonprofit leaders he has mixed with over the course of the Obama presidential campaign and transition and in his time leading tech nonprofit OneEconomy.
Many of them came from the nascent Web 2.0 world such as Shervin Pishevar, CEO of mobile game company Social Gaming Network; Jason Liebman, CEO of online video aggregator Howcast; and James Eberhard, founder of mobile donations company Mobile Accord.
Clinton joked during the dinner that it was the youngest dinner she had hosted at the State Department, according to Ross.
“Technology leaders are choosing to engage in America’s diplomacy because they care about America and because they know that technology is the platform for engagement in the 21st century,” Ross said in an e-mail to Post Tech.
The exclusive and quiet event stood in stark contrast to high-tech’s other big meet, the Consumer Electronics Show in Las Vegas where thousands mingled to frenetic lights and music at the industry’s annual products show and tell.
Many of Washington’s policymakers came to the show this year – including White House Chief Technology Officer Aneesh Chopra and Federal Communications Commission Chairman Julius Genachowski. The presence of Washington officials at CES underscored the growing ties between the federal government and the high-tech industry with the Obama Administration’s push to expand the Internet into all homes. Cisco, IBM, Google and Intel have closely advised the White House economic advisors on the role of technology in furthering education and energy reform.
In Washington, Clinton and her guests talked about how some the technologies that were on display in Las Vegas could come to bear in the nation’s goals for economic development abroad and the resolution of conflict. The State Department recently created an insurance program for wireless service providers in Afghanistan to reduce the risk of deploying service there. This spring, Ross is will launch a program in Mexico that uses cell phone texts and other mobile services to inform law enforcement officials of drug trafficking activity and other crimes.
Other guests included Andrew Rasiejj founder of nonprofit Personal Democracy Forum; Luis Ubinas, president of the Ford Foundation; Tiffany Shlain, founder of the Webbys Awards; and Sue Bostrom, Cisco’s chief globalization officer.
Photo Credit: Los Angeles Times
----------------------------------------------------
CYBER-TRADUZIONE

Il Segretario di Stato Hillary Clinton si ha incontrato la settimana scorsa con una manciata di titani del high-tech per parlare di come Internet e diversi gadget possono intersecarsi con le esigenze di diplomazia estera della Nazione. Ma a differenza di molti per parte dell'Amministrazione Obama e le agenzie Federali che scesero su a Las Vegas per il Consumer Electronics Show, l'incontro con Clinton del CEO di Google Eric Schmidt,il Twitter co-fondatore Jack Dorsey, Microsoft Chief Research e Strategy Officer Craig Mundie e stato qualcosa in piu di una cena tranquilla ed esclusiva del Dipartimento di Stato nella dorata diplomatica sala da pranzo dell'ottavo piano, che è immersa nella storia Americana. Il tema: come puo la tecnologia essere utilizzata per soddisfare gli obiettivi della diplomazia estera della Nazione. L'agenzia ritiene che la fusione è parte integrante della sua visione strategica, come rappresentanti della Nazione verso il resto del mondo. Il 21 gennaio, Clinton ha in programma pronunciare un discorso politico sulla "libertà di Internet" e dare una spinta contro la censura sul web in Nazioni come l'Iran e Cuba.. È anche influenzare il quadro globale diplomatico come ha detto mio collega Mary Jordon's sull'effetto "Hillary" nel giornale di oggi.(1)
Senior Advisor del Dipartimento di Stato in materia di innovazione, Alec Ross,ha l'obiettivo di usare messaggi di testo, applicazioni Web 2.0 sociali, e-mail e la tecnologia mobile a tal fine. Ha usato queste tecnologie in programmi per contribuire a ridurre la violenza contro le donne in Congo e per ricordare ai pazienti di prendere i farmaci per l'HIV nell'Africa sub-Sahariana. La scorsa settimana, ha detto l'agenzia in un blog che intende promuovere Twitter come una piattaforma "in tutto il mondo in cui le persone possono discutere il significato di democrazia e scambiare idee da diverse prospettive."
Ross ha organizzato la cena che ha riunito gli essecutivi e i leaders dei "senza scopo di lucro" e li ha mecolati con quelli del corso della campagna presidenziale di Obama e durante la transizione che nel suo tempo lideerarono la "tech non profit OneEconomy".
Molti di loro provenivano dal nascente mondo Web 2.0, come Shervin Pishevar, CEO della società di telefonia mobile game Gaming Social Network; Jason Liebman, CEO del video online aggregatore Howcast e James Eberhard, fondatore della società di telefonia mobile di donazioni, Mobile Accord. Clinton ha scherzato durante la cena dicendo che "è stata la cena più giovane che aveva ospitato presso il Dipartimento di Stato", secondo Ross. "I leader della tecnologia stanno scegliendo di impegnarsi nel campo della diplomazia Americana, perché si preoccupano di America e perché sanno che la tecnologia è la piattaforma per i nostri impegni nel 21 ° secolo," Ross ha detto in una e-mail al Post-Tech.
L'evento esclusivo e tranquillo era in netto contrasto con i high-tech di altre grandi che si incontrarono al Consumer Electronics Show di Las Vegas dove migliaia di loro si hanno mescolato con luci freneticche e musica per essibere i prodotti annuali come fosse un settore del mondo dello spettacolo.
Molti dei politici di Washington sono giunti alla Mostra di quest'anno - tra cui il White House Chief Technology Officer Aneesh Chopra e il Presidente della Commissione Federale delle Comunicazioni del presidente Julius . La presenza di funzionari di Washington al CES ha sottolineato il legame crescente tra il governo federale e l'industria high-tech per spingere l'amministrazione Obama di diffondere Internet in tutte le case. Cisco, IBM, Google e Intel hanno strettamente informato i consiglieri economici della Casa Bianca sul ruolo della tecnologia nel promuovere l'istruzione e la riforma energetica.
A Washington, Clinton e i suoi ospiti hanno suggerito che alcune tecnologie che erano in mostra a Las Vegas potrebbero venire a sopportare gli obiettivi della Nazione per lo sviluppo economico all'estero e la risoluzione dei conflitti. Il Dipartimento di Stato ha recentemente creato un programma di assicurazione per i fornitori di servizi wireless in Afghanistan per ridurre il rischio di distribuzione di servizio.(2) Questa primavera, Ross ha la volontà di lanciare un programma in Messico che utilizza i testi sul telefono cellulare e altri servizi di telefonia mobile per informare le autorita che li devono contrastare delle attività su traffico di droga e altri reati.
Tra gli altri ospiti Andrew fondatore Rasiejj del nonprofit Personal Democracy Forum, Luis Ubinas, presidente della Fondazione Ford, Tiffany Shlain, fondatore dei Premi Webbys e Sue Bostrom,il capo officer di Cisco Globalizzazioni.
Credit photo: Los Angeles Times
-----------------------------------------------------
(1)L'efetto "Hillary" fa allusione ai cambiamenti e sucessi nel Servizo Estero dove in un anno 25 donne sono diventati Ambasciatrici(malgrado "l'invasione di campo" di Obama,direi, che ha nominato i suoi uomini in cariche esteri sovraposti o sostituti del Dip. di Stato.Poco tempo in dietro le donne a capo delle Diplomazie Esteri erano solo 5)
(2)Riferisce al cosidetto divario digitale della Banda Larga fra zone connessi ed altri senza.Divario per me inessistente perche solo fa allusione a preferenze consumistiche delle masse che non devono subire interferenze totalitarie ne colletivisti per parte dello stato)
EPILOGO:Naturalmente questo scritto va letto con gli anteriori:
E anche il documento allegato:
TESTIMONIO GRAFICO

06:57 Écrit par DOTT. GIUSEPPE CIANCIMINO TORTORICI dans Général | Lien permanent | |  del.icio.us |

Les commentaires sont fermés.