22/12/2009

Impact public de mon travail écrit:mises à jour(Continuation 18)

venerdì 1 gennaio 2010

2010:HAPPY NEW ERA DI STATO IN USA

MOMENTO STORICO:Tanto ne ho parlato del lavoro di difussione della NUOVA ERA e le sue Tecnologie per parte di Hillary e di come questa NUOVA ERA è diventata "cosa di stato. Vedi cua: http://cianciminotortoici.blogspot.com/2009/06/hillary-e-... http://espace.canoe.ca/dtgiuseppecianci/blog/view/424592 http://espace.canoe.ca/dtgiuseppecianci/blog/view/424902
E tanti altri Post al lungo della mia opera scritta. Pero meglio delle mie parole cogliamo quelle di Hillary che secondo me immortalano il momento che questo è sucesso durante l'insediamento all Dipartiemento di Stato.Sentiteli trascritti dal Manager del Blog del Dipartimento:"DipNote". Con motivo delle festivita il Dp. di Stato ha fatto arrivare ai suscrittori questo MAIL: Dipnote-Official Blog of the U.S. State Dept. DipNote’s 2009 Year in Review Posted: 23 Dec 2009 01:36 PM PST About the Author: Luke ......... serves as the DipNote blog Managing Editor. As we approach the end of December, I find myself looking back at the year that was. I know it sounds cliché, but I can hardly believe how quickly this year has passed. I feel as if just yesterday, standing among the crowd on the National Mall, my friends and I observed President Obama take the oath of office, a historic moment watched by individuals around the world. A few days later, I joined colleagues in greeting Hillary Rodham Clinton upon her arrival to the State Department in Washington, DC as the 67th U.S. Secretary of State. Secretary Clinton soon gathered employees together for a town hall meeting where she said, “There is no doubt in my mind that we have barely scratched the surface as to what we can use to communicate with people around the world, and in fact, to use them [new technologies] as tools ...to further our own work and to be smart about it….” My colleagues and I were encouraged by the Secretary’s remarks and soon watched her words turned into action. Secretary Clinton invited Americans to text a $5 contribution that helped the United Nations High Commissioner for Refugees (UNHCR) provide assistance to people affected by the humanitarian crisis in Pakistan and announced U.S. support for Humari Awaz (“Our Voice”), the first free Pakistani mobile phone-based social network. She responded to questions from the public through Text the Secretary and participated in webcasts and web chats during her travels. She became the first U.S. Secretary of State to blog when she contributed an entry to DipNote and has focused on new media to amplify the Department’s efforts around the globe. I am proud that DipNote is an essential ingredient of 21st century statecraft. More than ever, DipNote has become a means to educate, listen, learn and engage. DipNote passed 5 million page views in April and is on course to top 12 million by the end of the year. DipNote turned two years old in September and December ushered in a blog redesign, including the launch of three new channels on the blog: Afghanistan-Pakistan, Global Women’s Issues and Sudan. DipNote could not have achieved what it has to date, and what we expect it to achieve in the future, without the ongoing support from State Department colleagues. Their work on a broad range of issues – from human rights to nonproliferation, climate change to food security – inspires me. I am always grateful to State Department colleagues who share their work with DipNote’s readers. I also appreciate the support of our readers, who consistently impress me with their level of engagement in foreign affairs and their depth of contributions to DipNote’s dialogue. We could not have reached nearly 12 million page views without you, the DipNote community. I am eager to hear what entries you found most memorable over the last year and what you wish to see appear on DipNote in 2010. On behalf of everyone at DipNote – Katie ..., David ....., Jeff ...., Tamika ......, Eric ..., Daniel ...., and all of the DipNote bloggers – I wish you a joyous holiday season and all the best in the New Year.
CYBER-TRADUZIONE: Mentre ci avviciniamo alla fine di Dicembre, mi ritrovo a guardare indietro l'anno che sta finendo. So che suona cliché, ma non riesco a credere quanto velocemente questo anno è passato. Mi sento come se solo ieri, in piedi tra la folla sul National Mall con i miei amici ho osservato il presidente Obama prestare il giuramento di ufficio, in un momento storico guardato da parte di individui in tutto il mondo. Pochi giorni dopo, mi sono iscritto con i colleghi in segno di saluto a Hillary Rodham Clinton al suo arrivo al Dipartimento di Stato a Washington, DC, come il 67 Segretario di Stato Americano. Segretario Clinton presto ha dato apuntamento ai dipendenti per una riunione in cui ha detto, "Non vi è alcun dubbio nella mia mente che abbiamo appena scalfito la superficie su ciò che possiamo usare per comunicare con persone di tutto il mondo, e di fatto, per usare loro [le nuove tecnologie] ... come strumenti per promuovere il nostro lavoro e ad essere intelligenti su di esso ... ". Io ei miei colleghi siamo stati incoraggiati dal commento del Segretario e presto dopo accogliere le sue parole bisognava passare ai fatti. Segretario Clinton ha invitato gli Americani a inviare un testo con un contributo di 5 dollari che hanno aiutato il Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR)a fornire assistenza alle persone colpite da una crisi umanitaria in Pakistan,e ha anche annunciato il sostegno degli Stati Uniti per Humari Awaz ( "Nostra Voce"), il primo libero telefono cellularePakistani basato su un Social Network. Poi ha anche risposto alle domande del pubblico attraverso il sito "Tet the Segretary" e ha partecipato in webcast e chat web durante i suoi viaggi. Lei è diventata il primo Segretario di Stato Usa al Blog che ha contribuito con una voce:il DipNote e si è concentrata sui nuovi media per amplificare gli sforzi del Dipartimento di tutto il mondo. Sono orgoglioso che DipNote sia un ingrediente essenziale nella gestione dello Stato del 21 ° secolo. Più che mai, DipNote è diventato un mezzo per educare, ascoltare, imparare e praticare. DipNote ha passato 5 milioni di pagine viste nel mese di Aprile ed è in corso a diventare 12 milioni entro la fine dell'anno. DipNote sta girando da due anni e fra i mesi di Settembre e Dicembre ha inaugurato una riprogettazione del Blog, compreso il lancio di tre nuovi canali:"Afghanistan-Pakistan", "Questioni globali della donna", e "Sudan". DipNote non avrebbe potuto ottenere ciò che ha fino ad oggi, e ciò che ci aspettiamo di realizzare in futuro, senza il costante sostegno da colleghi del Dipartimento di Stato. Il loro lavoro su una vasta gamma di problemi - dai Diritti Umani alla non proliferazione, dal cambiamento climatico alla sicurezza alimentare - mi ispira. Sono sempre grato ai colleghi del Dipartimento di Stato che condividono il loro lavoro con i lettori DipNote's. Apprezzo anche il sostegno dei nostri lettori,e sempre ha colpito su di me il loro livello di coinvolgimento negli affari esteri e la loro profondità di contributi al dialogo DipNote's. Noi non avrebbemo potuto raggiungere quasi 12 milioni di pagine viste senza di voi, la comunità DipNote. Sono ansioso di ascoltare ciò che avete da dire sulle voci che hai trovato più memorabili nel corso dell'ultimo anno e ciò che desideri vedere apparire sulla DipNote nel 2010. A nome di tutti cua a DipNote - Katie ...., David ......., Jeff J., Tamika ....., Eric ......, Daniel ......, e tutti i blogger di DipNote - vi auguro una felice stagione di vacanze e tutto il meglio del Nuovo Anno.
4 GENNAIO 2010:GRAZIE BABBO NATALE
Sparita in azione?:Siamo a 4 Gennaio del nuovo anno e dopo una scomparasa della scena pubblica dal giorno 22 di Dicembre solo oggi è tornata a farsi vedere.Le procupazioni della stampa è stata grande,i leader mondiali tutti volevano parlare con lei inutilmente,perfino la figlia si è visto delusa:Hillary non compariva.Qualcuno ha scritto:"La Casa Bianca dovrebbe inviare un gruppo di ricerca per rintracciare Hillary Clinton.Il capo della politica estera Americana manca dal palcoscenico mondiale da diversi giorni, ed è diventato inafferrabile come la primula rossa, al culmine della Rivoluzione francese".Io non sono mai stato in ansia,io sapevo dove era :infatti nella partenza verso un posto do vacanza impreciso che qualcuni volevano a New York ed altri nei dintorni di Washington si è fermato al Polo Nord per un incontro bilaterale con un importante personaggio:SANTA CLAUS.E li ha slittato una letterina elencando i suoi desideri e richiesti per l'anno che comincia fra cui i negoziati in Medio Oriente e il rispetto per i Diriti Umani.E a me a fatto arrivare anche a me la lettera che vedete sopra e voglio ringraziare ricordarsi di me con questo vero regalo di BABBO che significa il testimonio storico dellinizio della NUOVA ERA nel Governo USA .L'anno che ha finito per lei meglio non poteva essere:è stata eletta in tutti i sondaggi la donna piu ammirata di America e nella cima delle preferenze elettorali davanti al propio Presidente e gli altri politici.Vedi cua:
Non so quanto fara Santa Claus per sodisfare i sui desideri nell'anno nuovo pero dal canto mio prometto fare tutto il possibile per sodisfarla (non lo è ha detto al rientro per causa di alcuni eventi negativi sulla scena piolitica sucessi in questi giorni) e da queste pagine aprofondire il suo protagonismo nella NUOVA ERA in modo che l'anno venturo sia meglio ancora e rimanga il suo "Kilometro zero" :BENTORNATA E FELICE NUOVA ERA.(E ora sapete dove era,al Polo Nord con Babbo Natale......e qua da me.)
Happy New Year by Abba

lunedì 21 dicembre 2009

LA NUOVA ERA SI CURA IN SALUTE II:COPENHAGEN

20 DICEMBRE 2009:NUOVA ERA E HILLARY A COPENHAGEN. Chi ha seguito i miei commenti avra visto che nel revival che significa una NUOVA ERA della Rivoluzione Industriale,dalla mano di Hillary e questa amministrazione USA che la ha fatto sua sta cercando di evitare antichi mali.L'abbiamo visto fra l'altro spaccare lancie per lo sviluppo e non solo la sicurezza,la abbiamo visto contro le nuove forme di schiavitu come la prostituzione e lo sfruttamento degli spostamenti migratorie,l'abbiamo visto contro lo stupro nelle miniere dove si prende i materiali per la fabricazione delle tecnologie delle telecomunicazioni ,l'abbiamo visto a favore del diritto delle donne e dei diritti umani e la vedremo ora a Copenhage cercare di mitigare gli efetti del cambio climatico(efetto invernadero: surriscaldamento,disgelo,annegamento di zone inondabili,ecc) a causa dell'emissione dell'anhidride di Carbonio(gas serra principalmente).Insomma senza volere essere dramatico un pericolo evidente per il pianeta che in relativamente pochi anni potrebbero portarlo alla catastrofe.Questa riunione nel seno delle Nazione Uniti era prevista da tempo e si sono fatti presenti i principali capi di stato del mondo:inviati di 193 paesi,circa 120 primi ministri, Presidenti e Vice Presidenti che rappresentano l'89 per cento del prodotto interno lordo mondiale iniziarono le riunioni per sbloccare l'impasse. Non entrero nei detagli tecnici solo dire che per dimostrare che l'impegno è serio Hillary Rodham si ha fatto presente.Le trattative erano a zero,in un punto morto fin che lei è arrivata e ha sblocato la situazione promettendo impegnarsi per mobilitare denaro delle Nazioni industrializati per aiutare i paesi poveri a sostenere l'impegno di limitare l'emmisione di gas tossici senza rallentare il legitimo diritto allo sviluppo.L'accordo è precario e non ha piaciuto a tutti pero si tratta di un primo passo mai dato fin ora.C'era in atto il trattato di Kyoto che responsabilizava solo i paesi ricchi e li costringeva a farsi carico dei danni cosa che lo porto allo stallo principalmente quando gli Stati Uniti si retirarono del cosidetto trattato.
L'ACCORDO:
-I paesi industrializati si impegnano a tagliare li emissioni di gas tossico un 80% entro l'anno 2050.
-I paesi in via di sviluppo si impegnano a ridurerli un 50%
-Tutti si impegnano a mantenere la temperatura entro i due gradi Celsius.
-I paesi ricchi verseranno 100 billioni di dollari entro il 2020 alle economie emergenti.
-Il trattato di TOKYO rimane senza efetto.
-L'acordo non è vincolante,cio'è non genera una legislazione internazionale a cui tutti dovranno attenersi,non impone mecanismi di controlle ne obliga gli stati con misure coercitive.
-L'accordo è scitto e in futuro sara scritto.
Non tutti hanno aderito e solo ad ultimo momento sotto gli auspici di Oama si ha trovato una intesa pero soltanto con Cina,India,Brasile e Sud Africa che sono i principali inquinatori dopo USA e le altre potenze industriali Europee.(USA e la CINA sono i piu grandi inquinatori)
Non sodisfa pienamente i paesi industrializati perche la Cina non si ha impegnato a permettere controlli promettendo solo trasparenza informativa. E non sodisfa alla CINA perche vorrebe legare il taglio ad un indice di sviluppo e la transferenza di tecnologia e Know How.
L'ntesa quindi non è stata completa pero si tratta di un primo passo che non sarebbe stato possibile senza Hillary.Manca accordare sopratutto sui controlli senza di cui non ci potra essere nessun accordo durevole.Questa è la posizione di Hillary che avrebbe preferito non fare l'accordo(acetto le sue ragioni) pero si risolvera tutto nel mese di Luglio a BONN in GERMANIA dove le NAZIONE UNITI torneranno a riunirsi in preparazione della prossima sessione nel Mexico.Nel fratempo solo si sblocheranno 30 millioni di dollari nei prossimi due anni.ALLORA:ACCORDO INCOMPLETO MA UN PRIMO PASSO,CHE NON E' POCO,C'E' STATO GRAZIE ALL'IMPEGNO DI HILLARY:NON SI PUO E NON SI DEVE DARE PIU.
C'è da dire che non c'è unanimita sugli aspetti scientifici rimanendo dubbi(non tutti pensano che gli emissioni di origine antropica sono la causa principale del riscaldamento globale)e non c'è unanimita sull'intenzione delle Nazioni meno industrializati e qualcuni(fra cui io)pensano che sia in atto un vero ricatto.Particolarmente penso che la Cina chiede troppo impegnadosi poco:non acetta i controlli tecnici sulle sue emissioni pero pretende legare la limitazione dell'emissioni ad un indice di sviluppo e alla trasferenza di Know How.Beh a questo punto io credo che si stia essagerando la vera capacita dello sviluppo Cinese(e quindi della sua capacita di influenziare il clima e di essigere)(1) e visto che collabora poco nel rispetto dei diritti umani all'interno(Tibet,Mongolia,ecc),nelle pressioni ai paesi violenti antidemocratici e violentatori(vale la redondanza) dei diriti umani della regione come Corea del Sud e la Birmania,e mantiene le sue essagenze su Taiwan avendo ottenuto Hon Kong;non si deve acconsentire la mancanza di controlli ne fare nessuna transferenza o transformazione di Know How. E questa è stato la linea di Hillary che non verserebbe denaro se non c'è trasparenza e controlli.
L'accordo è stato siglato solo da questi paesi con il disappunto dei paesi Africani(tranne il Sud Africa) e SudAmericani(principalmnete quelli riuniti nell'ALBA e liderati da Chavez) che cosi lo hanno stabilito nel documento comune.
Isomma:abolizione del Trattato di Kyoto vista la nuova situazione dei paesi emergenti,nessun impegno coersitivo per nessuno e tutto rimandato a Bonn dove non ci sara accordo se la Cina non ha una situazione piu trasparente sui controlli delle emissioni ed altro al di la di un impegno semplicemente "informativo".GIA DETTO:SONO CON HILLARY E NON SI PUO FARE PIU.
(1)Al momento della firma del Trattato di Kyoto la Cina non faceva parte delle Nazione industrializati .Alcuni pretendono che in questi anni la Cina ha raggiunto un grado di sviluppo capace di farla entrare nel circolo delle Nazioni Industrializati e questo secondo me si ha transformato in un fattore negativo di pressione per quelli.In pochi parole l'aumento vero o presunto della capacita inquinante della Cina senza un corelato analogo sul livello di consumo della sua popolazione la transforma in un fattore di incolpazione e quindi potenzialmente pericoloso,in grado di fare pressione su i segnatarie del T. di Kyoto e quindi di essercitare un vero ricatto.Io sono del parere che non ci sia un tale sviluppo e che piu tosto la crescita Cinese se ci fosse deva relativizzarsi e vederse primo legata ad una potenziale capacita di consumo proporzionale al suo enorme mercato(che pero fa gola al capitalismo selvaggio,speculatore ed improduttivo dell'impresariato dei paesi industrializati anche se non tanto all'industria vista la sua essigenza di transferenza di tecnologia e Know How tra l'altro);e dopo a una crescita dell'attivita industriale in termini assoluti pero scarsa in raporto alla capacita produttiva delle potenze industriali con qui non guarda raporto di proporzionalita.
Certo giusto rivindicare il diritto allo sviluppo pero adeguandosi alla convivenza civilizzata della comunita internazionale.E adeguando anche le sue essigenze ai bisogni e la capacita reale di influenziare.E a questo punto bisogna dire che c'è chi parla anche di un nuovo modello di consumo.Io penso che c'è un nuovo modello di sviluppo basato in un capitalismo umanizato,fatto del ritorno alle origini ma facendo accopio dell'esperienza di questi secoli ed evitando i suoi mali fra i quali il capitalismo selvaggio di quelli impresari speculatori e improduttivi(all'infuori dell'economia reale)che si vuole limitare,ma non un nuovo modello di consumo.La voglia di consumo non è legato al modello di sviluppo ma alle essigenze della natura umana (e i suoi bisogni reali o aparenti)che è intemporale e va al di la di circostanziali regimi politici.Ed è un bene che cosi sia inteso il progresso in questa NUOVA ERA.

 

 

 

 

 

 

 

23:01 Écrit par DOTT. GIUSEPPE CIANCIMINO TORTORICI dans Général | Lien permanent | |  del.icio.us |

Les commentaires sont fermés.