13/08/2009

Impact public de mon travail écrit:mises à jour(Continuation 3)

Avevamo visto come in USA la Nuova Era e la sua tecnologia è divebntata cosa di stato:

19 Settembre:E finalmente cua potrete vedere "l'opera in moto" con tutta la banda di integrazione di tecnologie della comunicazione a distanza possibili,e anche potrete tutti entrare nello spazio virtuale di Hillary.La nuova era è una realta fiorita ormai e nei prossimi link si vedono i siti di Hillary dove testearla sia con la tecnologia fissa(computer) che con la tecnologia mobile,cellulare,blackbery,palmare,computer mobile senza file ecc,clicca: http://docs.google.com/View?id=dg8k66gs_28cd6nszff

"NUOVA ERA" E REPUBBLICA FRANCESE:COME IN U.S.A. "COSA DI STATO"

INTRODUZIONE:La "Nuova Era" in Francia non è novita,anzi è uno dei primi paesi dove è stata adottata(2000), e non sono mai mancati i provediementi statali a favore della tecnologia della "Nuova Era",e su molteplici aspetti è un paese pionere ma mai era stata assunta come "cosa dello stato" ufficialmente parlando.
E a questo punto si fa bisognoso dei chiarimenti.
Nuova Era e politica:La "Nuova Era" non è politica.Nata da concetti scientifici legati alla comunicazione a distanza(Telecomunicazione)dovuto al difondersi nelle masse della sua tecnologia e per la natura teorica della materia che tratta si sono prodotti cambiamenti comportamentali e di pensiero sia in campo sociale,culturale,economico,filosofico,ecc., e naturalmente anche politici che hanno fatto della "Nuova Era" un modo di essere e di vivere.Non una moda precisamente ma moderno.Non cosciente ma reale:non ci sono movimenti ne convegni ne fazioni o manifestazioni di massa che alludono alla Nuova Era pero si manifesta in tutte queste attivita della vita gregaria e nel quotidiano a cominciare dalla volonta del consumatore.E non c'è ne anche bisogno ci sia nulla di quelle esternazioni di massa perche in realta la Nuova Era non è una novita ma la modernita mesa di relievo e ristaurata dal revival di antichi conservadorismi post-modernizzati.Non è post-modernismo ma la modernita nella sua pienezza.Non è questo il posto ne il momento di aprofondire su che cosa è la modernita ma non riferisce ad un concetto strettamente legato al cronologico ma la sua natura possiamo fissarla attorno al mondo che ne è uscito dal Medioevo.E il suo pensiero potrebbe grosso modo fissarsi attorno alle manifestazioni del neoclacissismo e il positivismo con sfumature.
La "Nuova Era" non è Internet in contraposizione alla telefonia mobile,cellulare ecc.:la tecnologia della "Nuova Era" è integrazione delle funzioni sensibili della comunicazione umana e le tecnologie che la rapresentano "a distanza".Per tale integrazione si fa necessario ci sia uno strumento di base "patron","suporter" che contenga l'integrazione.Anche se in un principio questo supporte è stato il cellulare,cio'è la telefonia mobile senza fili transformata cosi in alternativa alla tecnologia della comunicazione fissa, computer-Internet e telefono "casalingo" che si esprimevano in forma piu artificiale,ben presto per la propia natura integrativa dei suoi concetti ha sbocciato in molteplici "combinazioni" tecnologiche che riflettono un movimento centripeto per cui il computer ha integrato telefonia e ha mutato la natura del suo spazio comunicazionale(virtuale) e il cellulare ha incorporato Internet e le sue modalita espressive per cui si ha transformato in un computer.E ha questo punto direi che cio che fa distintiva e identificatoria la tecnologia della Nuova Era è il suo carattere integrativo,mobile e senza fili a prescindere della modalita del suporter.Cosi possiamo considerare tecnologia della Nuova Era un telefono mobile come un palmare,un black- berri o un computer senza fili.Sia la voce che il texto le immagini o il video non sono escludenti ne controposti per se a prescindere usino internet o altre reti di trasmissione.
Detto questo possiamo capire e afrontare cio che ha successo in questi giorni in Francia.Vedi la notizia cosi come io la ho appreso e dopo due parole spiegativi.
Ispirata da Obama la svolta web dell’Eliseo.Sarkò va su Facebook con un team di ventenni.
Più informazione online. Ma senza usare Twitter. La svolta dopo il malessere di fine luglio.  dal nostro inviato Cecilia Zecchinelli.
Sarkozy e la moglie Carla Bruni al mare a Cap Negre (Reuters)PARIGI - Potere di Barack Obama: che il primo nero sia arrivato alla Casa Bianca gra­zie (anche) a Internet lo si è detto e ridetto. Che Nicolas Sarkozy, attualmente in pau­sa estiva-convalescenza, sia determinato a riconqui­stare i francesi (anche) in vista del voto 2012 è inutile dirlo. E quindi non sorprende che l’«on­ni-presidente» abbia de­ciso di seguire l’esem­pio del collega america­no e scommettere sulla Rete. Anzi, qualcuno no­ta, è arrivato tra gli ultimi.
ALTRI - Solo per fare dei nomi, François Fillon, il suo primo ministro, e François Bayrou, suo rivale nel 2007, sono noti internauti. L’ex premier socia­lista Laurent Fabius da genna­io ha un suo blog (per altro ce l’ha pure Ahmadinejad e da tempo). Idem Dominique de Villepin, anche lui ex primo ministro ora in apparente ri­monta. E metà dei ministri, ri­vela uno studio, è attivo su al­meno due siti. Sarko, invece, nella campagna elettorale che lo portò all’Eliseo aveva pun­tato tutto sulla tradizione, sul­la «Francia che si alza pre­sto», leggi operai, contadini e impiegati, che del Web (ma non è detto) possono fare an­che a meno. Dal trionfo del maggio 2007 i tempi però sono cam­biati. Il Paese è andato avanti, le tecnologie pure. Ma, soprat­tutto, i sondaggi sono andati all’indietro. Anche se proprio mercoledì è uscita un’indagine che vede Sarkozy in netto recupero.
SVOLTA - Il «malaise» che lo ha colpito a fine luglio a Versailles (eccesso di jogging e di dieta, per colpa — pare — di Carla) ha fatto tenerezza. Il presidente ha guadagnato 12 punti di popolarità balzando a quota 53% e il 55% degli interpellati gli raccomanda di «non accentrare tutto il lavoro su di sé» (richiesta per altro avanzata più volte, per altri motivi, dall’opposizione). La svolta internettiana era iniziata a metà maggio, con l’apertura di una pagina Face­book. Aveva ospitato le foto di Woody Allen all’Eliseo, quelle dei Sarkozy con i Ga­tes. Brevi commenti. Poi, do­po il malessere, era stata inon­data da migliaia di messaggi al presidente malato. A cui lui aveva risposto rassicurante prima di partire per Cap Ne­gre, l’eremo chic dei Bruni Te­deschi, e rinchiudersi in un ra­ro silenzio, accompagnato da un ozio altrettanto inusuale. Con l’attivismo-interventi­smo invece abituale, Sarkozy ha deciso che non solo reste­rà utente attivo su Facebook (o chi per lui), ma che l’Eliseo avrà un nuovo sito. Una squa­dra di cinque esperti (età me­dia 25 anni) ha passato due settimane a Washington per studiare quello della Casa Bianca, qualche idea è venuta poi da una missione a Ma­drid. «Entro fine anno www...... sarà una vera piattaforma di scambi e una fonte d’informazione per tut­ta la Francia», ha annunciato il consulente per la comunica­zione di Sarkozy, Franck Lou­vrier.
PARTITO - Il partito del presidente, l’Ump, ha imboccato la stessa strada. Sotto la guida del pre­sidente generale Xavier Ber­trand, e con l’appoggio del pubblicitario Christophe Lam­bert, il 21 luglio ha annuncia­to la nuova strategia per la «Toile», come i francesi chia­mano Internet. Il settimanale politico-satirico Canard En­chainé ne ha dato ampio con­to: il sito si chiamerà «I creato­ri del possibile», partirà ad ot­tobre, sarà aperto a tutti e non porterà nemmeno il logo del partito. Un colpo di vita, o comun­que un inizio, almeno per Sarkozy e il suo staff. Perché, ha messo in chiaro Louvrier, «il presidente per ora non use­rà Twitter dato che non ha certo tempo per dedicarsi ai video». Errore grossolano su­bito scoperto dai cattivissimi internauti francesi: Twitter, infatti, è una rete sociale che ospita sì micro-filmati ma so­prattutto brevi messaggi. Il commento di http....... è stato sintetico: «Twitter per loro significa video? All’Eli­seo, sembrerebbe, resta un po’ di lavoro da fare». 06 agosto 2009 .Leggi direttamente cliccando
sulla foto:













COMMENTO:La notizia ci viene data dal punto di vista politico.E per di piu dal punto di vista politico partitistico,quindi della FAZIOSITA che la scienza non puo e non deve ammetere.Allora c'è da dire subitto che resulta evidente che la Nuova Era non è arrivata negli USA con Obama ne nella Repubblica Francese con Sarkozy.La genesi della Nuova Era in entrambi paesi la potete leggere in questo blog e le mie pubblicazioni e caso mai adesso soltanto è diventata cosi "prepotente" la sua presenza che non è possibile agli stati trascurarala.Vero è si che c'è stato un qualche tipo di divisione difficile di tracciare ma che grosso modo USA puntava sul computer ed Internet e la Repubblica Francese ed Europa sulla Telefonia mobile e il video dal punto di vista dei governi di turno. Con l'arrivo di Hillary Diane Rodham e Obama alla Casa Bianca c'è sta la superazione di tale dicotomia nel medesimo tempo che la tecnologia della Nuova Era,cio'è il supporter mobile,con integrazione di strumenti di comunicazione e senza fili diventa "cosa di stato" con similari "diritti di appartenenza" ad Internet e il computer.E con questa "svolta" di Sarkozy Internet e il video(anche se Sarkozy lo rifiuta in privato) aquistano pari dignita alla telefonia mobile diventando quindi nel medisimo tempo "cosa di stato".Non credo pero siano stato i bisogni faziosi dei partiti a dettare l'entrata della tecnologia della "Nuova Era" negli stati ma una dirompente realta universale:la "Nuova Era" ormai copre tutto il mondo:Bush ha fatto un grande lavoro nella difussione del computer ed Internet in tutto il mondo e particolarmente nei paesi in via di sviluppo;in Francia ed Europa la "Nuova Era" è una realta incontrastabile da moltissimi anni in dietro con progezzione nelle aree di influenza sia all'est Europeo,che nell'area di influenza Francese in America,e Inglese nella Comun Welth allo stesso modo che sta facendo Hillary in questo momento in Nord America,nell'Assia,Africa,Sud America ecc.
Ora dal punto di vista partitistico,della faziosita bisogna mettere in rilievo che Obama punta sul messagio di testo nella telefonia Mobile come "novita" di stato della Nuova Era e Sarkozy sul messagio di testo in Internet e piu precisamente in una Network come "novita di stato" della Nuova Era.(Che prima di diventare Capo di Stato puntassi sulla telefonia mobile e non il WEB lo si capisce).Risulta chiaro allora quel movimento convergente,centripeto che vi parlai sopra ma in questi casi solo riflette la volonta parziale di questi due capi di stato e non la Nuova Era nel suo richissimo e complesso evolversi globale.(Ricordo inoltre che le Network non apportano nessuna novita alla Nuova Era e che in fondo sono stato io a creare la prima NetWork,anzi il mio "mondo online" tutto nel suo insieme e una Net Work che non riesco a gestire da solo nella sua intensita)
Non mi resta quindi che desiderarli fortuna nella Nuova Era a http..... .(I suoi elettori gliela desiderino a Srkozy che non piace del video e quindi ancora ha delle resistenze ad integrare tecnologie ma non è il caso dello Stato)
(Finisco marcando la faziosita con qui il Corriere,il mio eterno pero insaputo "divolgatore" ormai diventato piu pasquino che fazioso,da questa notizia:cosa centra Ahmadinejad ?Vorrei capire cosa è questa "qualche idea è venuta poi da una missione a Ma­drid",chi la ha portato e come incide.Prometto non appena trovi una fonte diretta inserirla in questo spazio).

-Vedi cua pochi essempi del favoreggiamento dell'uso di questa tecnologia in Francia :
http://www.lefigaro.fr/vert/2009/06/15/01023-20090615ARTFIG00305-borloo-envisage-une-consigne-pour-les-telephones-mobiles-.php
http://www.lefigaro.fr/conso/2009/07/11/05007-20090711ARTFIG00396-les-francais-fideles-a-leur-operateur-mobile-.php
http://blog.lefigaro.fr/technotes/2009/07/nicolas-sarkozy-victime-declats-dobus-sur-google.html
(1)13 AGOSTO 2009:"Le Figaro" dopo questo mio scritto ha pubblicato una recensione delle integrazioni di strumenti di comunicazione e le tecnologie che le esprimono nell'uso sul Telefono Mobile,maggiormente frequenti e popolarmenti acettati dai consumatori.Lo presento solo a modo di essempio e senza animo di essere uno studio scientificamente formale ne essaurente,ne ovviamente senza esprimere preferenze commerciali di nessun genere.Ripeto solo riferisce al Telefono mobile nelle combinazioni integrative popolarmente acettati:non si parla di altri tipi di suporter mobile e senza fili(palmare ecc)e non si fa menzione ne anche alla navigazione internet in questi tipi di aparecchi.E la ricerca di nuovi usi e combinazioni con il suo correlato di concorrenza è ogni giorno piu fervida,selvaggia e spietata con mosse e contromosse a tutto campo,illimitatamente aziende che scambiano tecnologia,software,funzioni ecc .che si uniscono e si separano,che si innamorano e disinnamorano con la stessa dinamica e fugacita che impongono le ricerche scientifiche-tecnoligiche e il mercato.Tutto cio ci parla di una vera e vivacissima rivoluzione tecnologico-culturale che sta mutando gli usi e costumi delle masse in questo inizio di secolo.Vedi di seguito:
"Le mobile devient le couteau suisse des technologies"
Marc Cherki 13/08/2009 Mise à jour : 14:10






Avec l'iPhone, Apple a donné un coup de jeune à la téléphonie mobile.
C'EST DÉJÀ DEMAIN (7) - Appareil photo, radio, baladeur vidéo, télévision, agenda, boîte à e-mails, GPS ou livre numérique sont devenus des fonctions d'un téléphone mobile....................
TUTTO CUA:
http://www.lefigaro.fr/medias/2009/08/13/04002-20090813ARTFIG00309-le-mobile-devient-le-couteau-suisse-des-technologies-.php
CUA NE TROVI ALTRI:
http://www.lefigaro.fr/medias/innovations.php

22:55 Écrit par DOTT. GIUSEPPE CIANCIMINO TORTORICI dans Général | Lien permanent | |  del.icio.us |

Les commentaires sont fermés.